Archivi tag: lesbica

She is the words that I can’t find

Avevo promesso di scrivere un post su di lei, sulla persona fantastica che ho a mio fianco, Silvia. Da quando l’ho conosciuta, qualcosa dentro di me è cambiata. All’inizio non doveva essere nient’altro che mia amica, poi doveva essere solo la mia Friend with benefits, ma poi le cose sono cambiate. Io non volevo nessuna, lei nemmeno ma qualcosa è scattato in noi e siamo diventate una coppia. Non riuscivo a stare un giorno senza vederla, per me anche 5 minuti erano fondamentali, per me vederla era diventata la cosa principale nelle mie giornate ed era la cosa che riusciva a rendermi davvero felice.

Così, il 30 novembre le ho chiesto se voleva stare con me, se voleva essere la mia ragazza e lei accettò subito.. non vi dico quanto questo mi abbia resa felice. Lei è l’unica persona con la quale ho voluto iniziare una relazione onesta e che intendo mantenere. E’ stata la prima persona con cui ho voluto iniziare qualcosa di sincero, qualcosa di unico, qualcosa di duraturo.. una storia seria! Per iniziare ho detto subito a mia madre di lei, ed è la prima in assoluto di cui abbia parlato a mia mamma, ho detto tutto a Christian, non ho occhi per nessun’altra, cerco di essere il più romantica possibile e soprattutto, mi sto liberando dei miei pesi.

Finora ho avuto relazioni instabili, relazioni insicure che mi hanno resa una persona molto volubile e quindi ho paura di esprimere i miei veri sentimenti, ma con lei è diverso, lei è diversa, lei è la mia persona. So che stiamo insieme da poco, ma sapete, a volte certe cose te le senti dentro e so che con lei posso davvero essere me stessa al 100%, senza limiti, senza paure.

Pensate che mi ero completamente chiusa in amore, non volevo aver niente a che fare con nessuno, volevo solo incontrare una persona, averla per una sera e poi al diavolo. Non volevo saperne di essere tenera, di tenere una persona per mano, di vederla dormire, di abbracciarla o di darle il bacio della buonanotte… nulla! Con Silvia tutto questo è cambiato, tant’è che mi sto innamorando di lei. Assurdo, vero? Eppure è così.

Quest’anno ho fatto capodanno con lei, con l’unica persona che volevo a mio fianco, con la persona che so che avrò un anno meraviglioso. Ho organizzato qualcosa di molto carino, romantico e unico. Un capodanno che non dimenticherò mai.

Stay tuned for more

G.

Annunci

Everything could happen

Era da un po’ che non scrivevo per sfogarmi, per raccontare della mia vita, per rompere le scatole a qualche lettore. Everything could happen, niente di più vero. In questi giorni è successo di tutto, ho avuto mille lavori, ho conosciuto varie persone e mi son presa una sbandata per qualcuno! Okay, so di aver detto che mi era già successo per qualcuno, ma questa volta è diverso. Adesso non voglio correre, ma so che mi piace. Mi sento di nuovo viva, sento di nuovo il mio cuore battere, sento di nuovo i brividi nel baciare una persona, nel toccarla, nel prendere la sua mano.

Spero che tutto vada bene, se non dovesse funzionare, mi troverò di nuovo in quella situazione di un anno fa. Ma ora non voglio pretese, non voglio impormi, voglio solo godermi questa cosa..


Worst date ever.

Mio dio! E’ questa l’unica espressione possibile in questa sera. Ho avuto il peggior appuntamento della mia vita, davvero.

Ho iniziato a sentirmi con questa ragazza e dalle foto sembrava un’altra persona, poi era molto il mio tipo mentre ci parlavo. Arrivo all’appuntamento appena scendo dal treno mi ritrovo una persona molto diversa e già lì mi sento a disagio. Andiamo in macchina e la musica è tremenda: Italiana e finto rap italiano, uccidetemi. Vabbè, arriviamo alle giostre e camminiamo tranquillamente parlando anche con i suoi amici e inizia a fumare e bere. Non ho mai avuto problemi per una birra o una sigaretta, ma contando tutte quelle che ha fumato quella sera, non ce l’ho proprio fatta. Poi eravamo lì e inizia a fare mille capricci come una bambina di cinque anni che voleva giocare in quei giochi stupidi dove sprechi solo i tuoi soldi e non vinci niente. Difatti ha sprecato 20€ per vincere un lettore MP3 da 5€, se non è stupida! Vabbè, faccio anche finta di niente… Partiamo da lì verso le due del mattino e andiamo in un parco con i suoi amici a bere qualcosa e come al mio solito ho preso un Bacardi Breeze e basta, loro birra e sigarette: Ma perché? Lì per passare il tempo mi stendo sul tavolo da ping pong e parliamo tutti così credo di essere un po’ in santa pace. Ovviamente non è così. Iniziano a ruttare e a bestemmiare, nonché a parlare volgarissimo. Per chi mi conosce, sa quanto io possa odiare queste cose da sole, figuriamoci tutte insieme! Vi giuro, non vedevo l’ora di andarmene da lì.

Arrivano le 5 finalmente e posso prendere il primo treno di ritorno e lei deve andare a casa perché i suoi genitori facevano casino, così mi accompagna in stazione il suo migliore amico. Stiamo parlando tranquillamente e tutto e finalmente arriva il treno. Appena salgo, lei mi scrive e parliamo. Nel frattempo arriva il controllore e mi fa storie per il biglietto che non era in cartaceo. Ma dico io, porca miseria, se l’ho preso online e ti sto dando il codice, perché diamine devo averlo cartaceo? Non ho parole. Riesco a scampare la multa e tutto. Poi lei mi scrive e mi dice che sono piaciuta anche al suo migliore amico, ma vi pare? Non mi bastava lei ma anche il suo migliore amico? Le dico che non ci può essere altro che amicizia perché non c’è alcun interesse e poi mi scrive anche il suo amico. Vi lascio lo screenshoot perché scriverlo è troppo per me.

Screenshot_2013-09-06-06-06-18

Boh, se lui mi avesse baciato, giuro che si sarebbe beccato un ceffone grosso come una casa che se lo sarebbe ricordato in eterno. Così ho piantato due persone in una sera. Conclusione: seguirò sempre il mio istinto e darò solo un’opportunità a chi davvero mi faccia un sesso assurdo. La mente conta, l’attrazione mentale la adoro, ma ho capito che il fisico conta per me. Ragazze mascoline MAI PIU’.


Il periodo migliore della mia vita

Cristo, sono felice! Sembra così assurdo che lo dica ma lo sono. Nella vita sono sempre stata negativa e molto schizzinosa in fatto di amicizie e altro ma finalmente mi son lasciata andare, forse perché ho trovato le persone giuste, le persone che mi accettano per la nerd che sono e non solo! Mi fa davvero piacere star bene, ridere, scherzare, uscire e fare le 7 del mattino, avventurarmi in mille cose… essere giovane!

Nella mia vita sono sempre stata abituata a limitarmi sempre, a stare con persone più grandi, essere una persona autoritaria e prendere decisioni, sempre. Sin da piccola sono stata catapultata nel mondo degli adulti avendo anche tante responsabilità. Oddio, non dico che tutto questo sia stato un male, anzi, mi ha aiutata tanto a formarmi il carattere ma non mi ha permesso di “essere giovane”.

Ho avuto varie cerchie di amicizie, ma nessuna come quella di adesso, nessuna nella quale mi senta a mio agio come ora. Sono felice, sono tanto felice. Prima mi concentravo tanto nel guardare migliaia di serie televisive, programmi assurdi e diverse ore internet e quant’altro per non annoiarmi ma alla fine mi sentivo vuota, persa. Ma ora non ho bisogno di farlo, sto proprio bene!

A parte tutto quello, ero in una brutta depressione un po’ dovuta a vari problemi in famiglia, situazione sentimentale di merda (nonostante una piccola ripresa con lei), una vita con tanti alti e bassi e mille di altre cose, ma ora sto bene. Certo, non posso dire che non abbia ogni tanto dei momenti no, che non abbia voglia di stare un po’ da sola, ma ho quasi tutto quello di cui ho bisogno. Da buona ariete che non sono altro, ho bisogno anche dell’amore nella mia vita. Adesso provo un interesse molto forte per una persona, ma non posso dire assolutamente nulla ancora.

Questa ragazza mi piace, mi rende serena e mi agita allo stesso tempo ma mi piace, mi piace sul serio. Io sono quasi sicura di non piacerle affatto, ma non me la sento di mollare anche perché l’osservo da lontano, come una ragazza “troppo” ma mi accontento. Tutti i miei amici dicono l’opposto, che le interesso anche per quello che fa, ma io che sono la diretta interessata non vedo alcun interesse nei miei confronti. Certo, voi direte  che mi sottovaluto e altro, ma non è così. Lei è ASDFGHJKL e io, beh, io sono io. Tanto, non devo mica dirle che mi piace, no? Può anche solo restare una cotta impossibile, no? Non ci parlo nemmeno tantissimo, quindi.

Ad ogni modo, tornando al tema principale, ora sono davvero felice e spero che continui davvero così per tanto tempo, ne ho bisogno.

Stay tuned 🙂

G.


Being me.

Stavo pensando a me e a tutto quello che mi è capitato negli ultimi anni. Mi son sempre lamentata del fatto che non ho mai amici, che sto sempre da sola e che non ho nessuno ma mi sono accorta ieri di quanto mi sia sbagliata.

Ho sempre pensato di essere molto timida, mi son creata mille complessi e mi nascondevo dietro a migliaia di scuse. Certo, non dico di non essere timida, dico solo che mi son creata mille complessi inutili. In realtà io sono una persona molto socievole, mi piace tanto chiacchierare e ho sempre la battuta pronta.

In realtà, un po’ era pigrizia e un po’ per paura di essere rifiutata o altro. Ieri però c’è stata una svolta. Non so come né perché ma mi son finalmente decisa di andare al centro Maurice per informarmi un po’ sul mio mondo e ho conosciuto tantissime persone. Mi sono candidata come volontaria per il Pride e mi sono divertita un mondo ad appendere manifesti e andare in giro con loro. Ho conosciuto tante persone, tra cui un ragazzo carinissimo che potrebbe diventare un buon amico. A volte dico che la vita è davvero assurda, ieri ho parlato con più persone che in tre anni che sono qui, sono uscita con una marea di numeri di persone con cui mi piacerebbe uscire e incontrarle di nuovo.

Fino a giovedì non avevo nessuno con cui andare al Pride, ora invece devo solo scegliere con chi farlo visto che tutti mi chiedono di andar con loro. Niente male per una principiante, no?

Tutto sommato ieri è stata una bellissima giornata, non mi divertivo così da tempo ed è molto bello. Poi, uno dei ragazzi che ho conosciuto, abita a fine della mia strada, sembra proprio incredibile.

Forse davvero è questo l’inizio della nuova me. Se questo è un trial, non vedo l’ora di avere la versione deluxe!


Le decisioni “giuste” da prendere.

Oggi ho fatto una lunghissima chiacchierata con la mia ex su di noi, sul nostro rapporto e altro. Parlandone sono venuti fuori discorsi che “temevo”. Certo, ora non ho una migliore amica a cui parlarne, quindi lo faccio qui. 

Abbiamo discusso di questo nuovo rapporto e del fatto che ci piacciamo ancora e l’attrazione non è poca. Ci abbiamo provato una volta e abbiamo sofferto entrambe, anche troppo. Il fatto è che pensare ad un fattibile “riprovarci” non è facile e, date le circostanze, non è il caso di farlo. Ognuna per la sua strada, insomma. Certo, il fatto che siamo legate da questo filo influenza (e non poco) la questione ma abbiamo deciso che è la strada “giusta” da prendere. Non nego assolutamente che sarebbe stato allettante ma proprio no. 

Io ho scritto una volta un libro e, non prendetemi per pazza, tutto si sta avverando nello stesso modo. Quando dico tutto, intendo davvero TUTTO. Anche quello che ci siamo dette oggi era scritto. Io so già come andrà a finire, io so già tutto ma non posso dirlo. 

A volte la vita è strana e complicata, mi chiedo spesso se son pazza io o cosa. So che quest’affermazione adesso è un po’ fuori discorso, ma so a cosa mi riferisco e sicuramente se non avessi chiuso con la mia “migliore amica”, riuscirebbe a capirmi. 

Stay tuned for more. 

G.


Cos’è cambiato in due anni

Innanzitutto, vi saluto dopo una pausa di due enormi anni dov’è successo di tutto e di più nella mia vita: amicizie, amori, rotture, cambiamenti e altro. 

Cos’è cambiato in due anni? Beh, sicuramente sono cambiata io, cambiamenti che a volte stento a riconoscere. In questi due anni ho scoperto una marea di cose su di me ma iniziamo da quelle più significative. Nel 2011, dopo una grossa litigata con colei che ritenevo la mia migliore amica, ho svelato di essere bisessuale. Erroneamente mi sono definita così per dei sentimenti che ho frainteso e dei piaceri che provavo. Io, ho scoperto di essere gay. Per gli uomini provo ancora un’attrazione fisica ma finisce lì, mi spiego, posso trovare il ragazzo più bello del mondo, lo guardo ma sono più interessata alla ragazza che le sta accanto. 

Tutto questo io l’ho scoperto stando con una persona. Questa persona ha saputo rendermi felice (per quanto io sia mai stata felice) e ha saputo portarmi all’inferno e provare il dolore come mai l’avevo provato. E’ stata l’unica persona che abbia mai amato, quindi è stata un bene ma anche un male, soprattutto un male. Ora ho un “buon” rapporto con lei, ma purtroppo non riesco a dimenticare il male che son stata. Grazie a lei però ho scoperto tante cose, una di questa è stata proprio la mia inclinazione sessuale. Ma di lei parlerò bene in un altro post. 

Sono cambiata molto fisicamente, gli anni iniziano a farsi sentire. Non è vero, non sono cambiata, era per sdrammatizzare. 

Non studio più, questo è uno dei grandi cambiamenti della mia vita. Ho dovuto rinunciare allo studio per problemi economici e familiari e la cosa mi ha fatta star davvero male. Non che mi aspetti molto dalla vita, ma questo davvero è stato uno dei cambiamenti peggiori della mia vita, quello che mi ha buttato ancora più in depressione. 

Ormai non sono più la persona positiva di una volta, non credo più in un Dio, in un futuro, nell’amore, in me stessa… non credo nella vita! Certe persone nascono per essere felici, io sono nata per soffrire e basta. Ho scoperto cose che mi son successe da piccola e non mi hanno fatta per niente star bene, anzi! 

Cos’altro potrei dire? Non saprei. Scriverò poi quando sarà il momento. 

Stay tuned for more.

G.