The mess I made.

Mi piace iniziare sempre un nuovo post, un nuovo capitolo nella mia vita, una nuova storia con il titolo di una canzone, è sempre piacevole ricordare qualcosa con una canzone. Una canzone che ci porteremo dietro sempre, una canzone che appena l’ascolteremo ci ricorderà dei momenti belli oppure brutti, delle persone nella nostra vita che ci sono o che sono sparite perché non erano destinate a stare nella nostra vita e altre che ci porteremo in mente con le persone care che ci stanno affianco.

Questo post è un nuovo capitolo nella mia vita, o meglio, chiudere un capitolo nella mia vita. The mess I made, sì. Credevo di avere tutto due anni fa, di essere felice con quello che avevo, di aver trovato tutto. Credevo di aver perso tutto un anno fa, di non aver nulla per cui vivere perché avevo basato la mia vita su una persona. Ora posso dire che mi sbagliavo, che ho fatto la cazzata più grande del mondo a credere che era quella la vita, che era quello l’amore, che era quello il mio futuro. Mi rendo conto di tutte le persone che ho ferito per una persona che non vale neanche un penny, per una persona che mi ha fatto odiare persone che non c’entravano nulla e che mi ha solo buttata giù. Non voglio parlare ancora di lei, per questo motivo questo è l’ultimo post, un post di scuse per me stessa, per come mi son comportata nei miei confronti e nei confronti di alcune persone che ho usato.

Quest’estate ho fatto una marea di cazzate, ho conosciuto persone inutili sul web, ho fatto sesso con persone che nemmeno mi piacevano e ne ho baciato altrettante solo per provare qualcosa. Ho ferito i sentimenti di alcune persone che credevano di poter avere una relazione con me, ho fatto sesso solo per farlo e hanno capito altro che non ho mai lasciato capire. Nel frattempo però non solo ho ferito quelle persone usate un po’ come oggetto, ma ho anche ferito me stessa, dando una diversa immagine di ciò che veramente sono.

Non è bello, non è affatto bello quello che ho fatto a loro e a me stessa solo perché ero stata ferita. Solo ora mi rendo conto, grazie all’amore della mia ragazza Sil, che quello che ho provato in passato non era amore. Effettivamente avevo molte mancanze e compensavo con ciò che mi offriva una persona, per quello son stata così male. Era un periodo davvero schifoso: col mio ex ragazzo non andava più perché era diventato solo monotonia, non potevo più continuare a studiare, non avevo amici, ero praticamente da sola in una città che non conoscevo, non avevo nessuno che mi spronasse a fare quello che volevo, non sapevo cos’era uscire la sera anche solo per scherzare in giro, mangiavo per compensare tutto quello che non avevo, pesavo 127 kg, non sapevo nulla di nulla… tutto quello che vivevo era lei, una bugia dietro l’altra.

Ora sono cresciuta, ho 24 anni, ho buoni amici che mi vogliono bene, ho una ragazza che non potrei mai e poi mai cambiare al mondo, esco con gli amici o anche solo con la mia ragazza e son tranquilla. Ho perso 3 taglie, faccio attività fisica ogni giorno, mi diverto anche solo giocando a basket con la mia ragazza, lavoro, ho due cagnoline più il cagnolino bello di Sil, in molti hanno scoperto il mio talento nella fotografia, ho conosciuto nuova gente nei lavori che ho svolto che son rimaste nella mia vita, ho. Ho me stessa, ho qualcuno per cui lottare ogni giorno: io. Ho scoperto chi sono, quanto valgo e cosa sono in grado di fare. Ho scoperto cosa voglio fare nella mia vita, le mie capacità e che non ci sono limiti quando davvero desidero qualcosa. So che la strada non è di sicuro facile ma posso farcela. Posso farcela anche perché a mio fianco ho una persona meravigliosa e voglio farcela.

In questi giorni ho parlato di nuovo con una ragazza che reputavo una mia cara amica l’anno scorso, una persona che è stata per tutto il tempo con la mia vecchia relazione e anche in parte di quello che ero diventata l’anno scorso. Parlando è uscito fuori il discorso di quella persona, del fatto che ho scoperto non era vero amore e mille altre cose che mi hanno solo aperto la mente per riuscire a scrivere questo post. Parlando con una mia cara amica del fatto che sentivo che quella persona sarebbe tornata, che mi avrebbe fatto del male e che poteva far qualcosa con la mia attuale relazione e che mi aveva sbloccata da Facebook per un motivo che non c’era, lei mi ha detto solo “Nessuno può farci del male, nessuno può buttarci giù se noi non lo vogliamo. Se dobbiamo eliminare noi una persona, dobbiamo farlo solo noi, solo noi possiamo affrontare le nostre paure, i nostri mostri e quando riusciremo a farlo, saremo davvero felici”. Effettivamente è così, ho analizzato il tutto, quello che ero, quello che sono, quanto sono cambiata in un anno, cos’ho raggiunto solo impegnandomi nelle cose, solo trovando la persona giusta.

Non farò mai più quegli errori, non mi lascerò mai più andare così e soprattutto non rovinerò mai più me stessa, mai. Io sono questo, sono una persona nuova, sono una ragazza che alla fine è destinata a grandi cose, me lo sento, me lo dicono tutti. Sono io, sono Gina e sono l’unica persona in grado di gestire chi sono, chi amare e cosa fare della mia vita. Quando aiutare e chi aiutare. Sono una persona che vale, non una persona che sta con una persona solo perché effettivamente non sa altro nella vita. So chi sono, so chi amo, so cosa voglio diventare da qui a dieci anni. Voglio una vita migliore, voglio vivere con la mia metà, voglio lavorare nel mio settore e voglio stare con i miei cani. Voglio e lotterò per averlo. Nessuno, mai più mi butterà giù.

 

Stay tuned 🙂

G.

Annunci

Informazioni su Krieger Fever

Sono la classica ragazza noiosa con tanta voglia di scrivere. Amo Kelly Clarkson e tutto USWNT, specialmente Ali Krieger, Ashlyn Harrison, Hope Solo e Alex Morgan. Non sono il classico tipo che esce il sabato sera o che ha bisogno a tutti i modi di essere popolare. Sono bensì il tipo chiuso, timido che resta chiusa nel suo mondo fatto di libri e musica. Sono stata costretta a cambiare la mia filosofia di vita, quindi ora penso e agisco alla Marina Diamandis. Se volete, leggete pure il mio blog. Vedi tutti gli articoli di Krieger Fever

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: