Coming out? L’arma più letale che ci sia.

Ciao ragazzi, rieccomi tornata dalle vacanze, vacanze si fa per dire.. Ho passato 10 giorni di inferno. Come ben sapete, non ho mai negato la mia bisessualità da quando l’ho scoperta, ma in questi giorni penso di aver fatto la cazzata della mia vita, ho detto a mia mamma di essere bisessuale. Oltre al averla quasi fatta morire, mi ha praticamente insultata e messa come la peggiore delle cose, mi ha quasi picchiata e detto che sono la sua peggior delusione. Questa non me la perdonerà mai.

Tutto è iniziato per colpa sua, stavamo parlando normalmente ed è venuto fuori il fatto degli omosessuali e ha iniziato a sparare stupidaggini a più non posso, usando anche termini poco adatti come “Cachapera, malate, mostri” e altre cose e mi sono arrabbiata come non mai. É poi venuto fuori il discorso che lei è molto open mind e che non si sarebbe mica sorpresa di nulla, allora glielo dissi. Ah beh, lì ebbe inizio la terza guerra mondiale. Mia mamma svenne, perse conoscenza per qualche minuto e non riusciva a riprendersi dallo shock, era troppo per lei. Tutto quello che ha sempre odiato, tutto quello da cui è sempre scappata, l’aveva più vicino che mai, non riusciva a credere al fatto che sua figlia, la sua unica figlioletta è bisessuale.

Per lei quella parola è uguale a perversione, ha sicuramente trovato le persone sbagliate nella sua vita e per quello lo associa a quello, ma questo non significa che in un futuro cambierà idea, assolutamente no. Lei resta di quelle persone che non cambiano mai idea neanche se le pagassero. Ha persino detto che se lei dovesse mai sapere che sto insieme a una, andrebbe a prostituirsi per ripicca. Bella mamma, vero? Ah beh, non posso che essere d’accordo.. ho una mamma esemplare che da senpre il buon esempio a sua figlia. Immaginate che ha persino detto che preferisce vedermi morta che con una.. Bello, vero?

In questi giorni, diciamo che ha provato a non pensarci o quantomeno a non dirmi nulla, ma non ci riesce, è qualcosa di più forte che non riuscirà mai a capire e tantomeno ad accettare. Mi ha trattata in un modo pessimo, non me lo aspettavo da lei, o meglio, forse c’era da aspettarselo ma non volevo crederci.

Per lei, il fatto che io le abbia detto quello, è stato un colpo al cuore, una delusione profonda come non mai. Inoltre, il fatto che le abbia detto che non sono più vergine, l’ha ancora più turbata. Tutto in una sera, non è mica facile da sopportare. Spero che con il tempo possa anche cambiare idea su tutto e crearsi una nuova mentalità.

I giorni dopo il coming out sono stati i peggiori, ne ha sparate di cavolate, che se ci penso, forse sono le peggiori mai sentite. Ve ne porgo alcune:

“Un vero uomo non accetterebbe mai una donna bisessuale”

“Un uomo che si rispetti, non permetterebbe mai che la sua ragazza abbia tante amicizie omosessuali”

“Un uomo che accetta quello è di sicuro anche lui bisessuale o anche peggio, è gay”

“Chi va con i gay, diventa gay”

“Tu hai una mentalità troppo moderna, quella è una malattia”

“Sono stati i gay, visto che facevano rapporti anali, a portare la sifilide e mille altre malattie”

“La maggior parte delle donne bisessuali non ha figli perché non li amerebbe”

“Tutte le donne omosessuali e bisessuali non hanno figli perché si rovinano gli organi genitali. Sì, la troppa eccitazione rovina gli organi”

“Sai cosa fanno le cachaperas? Io avevo una amica che mi raccontava quello che faceva. Metteva la ragazza su un asciugamano e lei e il marito la leccavano. Che schifo!”

“(dopo avermi spiegato tutto quello che fanno…) Tu vorresti che ti facciano quelle schifezze?”

“Dalla voce di una persona si capisce se è gay, etero o bisessuale”

“Se una donna ha la voce forte è di sicuro omosessuale” (certo, non vedi che Anastasia ne cambia una al giorno?)

Ecco le sue pillole di saggezza. Belle, vero? Ebbene sì, questo sono io secondo lei.

Secondo mia mamma, io non dovrei mai stare con una altrimenti farebbe una cosa per ripicca e non mi sentirebbe mai più. Mi dispiace, ma io per capricci non sto. Ho sempre odiato i ricatti e penso che ognuno abbia le sue responsabilità. Se per sfortuna qualcosa andrebbe a finire male nella mia relazione e ci lasciassimo, non vedo il problema se nella mia vita trovo una donna che diventi la mia fidanzata, non vedo il problema io, non devono vederli gli altri, o sbaglio?

Sono sempre libera di scegliere con chi stare, se trovo una persona per me non conta il sesso, contano i sentimenti, conta come sta con me e tutto il resto passa in secondo piano. Perché è così difficile da capire? Bah, è assurdo. Penso sinceramente che il medioevo sia finito da un bel pezzo. Viviamo nel 2011, in una società che dovrebbe essere molto più aperta e senza discriminazioni. Prima le discriminazioni erano in base al sesso e alla razza. Un uomo di colore veniva discriminato e chiamato negro, veniva picchiato e deriso dagli altri. Le donne non venivano sempre messe a meno e considerate a livelli peggiori. Eppure tutto questo con gli anni è cambiato. Perché ancora se ne parla dell’omosessualità come malattia? Non capirò mai come ragionano le persone.

Dopo la delusione del mio mito, ovvero mia zia, ora anche questa. Diciamo che questa me l’aspettavo, ma non così esagerato. Vabbè, pazienza.. cambierà idea, almeno spero.

Questo è tutto, scrivete pure quello che pensate e se vi va, raccontatemi pure com’è andato il vostro coming out con i vostri conoscenti.

 

Stay tuned.

J.

 

Annunci

Informazioni su Krieger Fever

Sono la classica ragazza noiosa con tanta voglia di scrivere. Amo Kelly Clarkson e tutto USWNT, specialmente Ali Krieger, Ashlyn Harrison, Hope Solo e Alex Morgan. Non sono il classico tipo che esce il sabato sera o che ha bisogno a tutti i modi di essere popolare. Sono bensì il tipo chiuso, timido che resta chiusa nel suo mondo fatto di libri e musica. Sono stata costretta a cambiare la mia filosofia di vita, quindi ora penso e agisco alla Marina Diamandis. Se volete, leggete pure il mio blog. Vedi tutti gli articoli di Krieger Fever

4 responses to “Coming out? L’arma più letale che ci sia.

  • giulyna

    Mi spiace tanto dirti che sono schifata, davvero, dalla mentalità di certe persone. Rimango dell’idea che l’amore, ed i sentimenti, non hanno sesso. Certe parole che ti ha detto, certe espressioni, certi paragoni, vanno risparmiati. Con tua figlia, con il sangue del tuo sangue. A volte i coming out non sono così uno spasso, facili. Ma tu hai fatto quello che ti sentivi, ed ora non nascondi più niente. Solamente ti chiedo di non dare più retta a tutte quelle stupidaggini.
    Ti voglio bene.

  • Shari

    E’ assurdo si.. odio quando vedo distrutto il coraggio delle persone 😦 è assurdo come una madre a volte non riesca ad accettare questo, per nessun motivo fondato poi, ma solo in base ai pregiudizi, alla paura di essere giudicati male.. è totalmente inconcepibile che non riesco a capirlo.. sei stata coraggiosa a dirglielo, i miei coming out me li hanno sempre tirati fuori, del tipo “che è sei gay?” anche se io sono stato più fortunato.. mia madre pianse per molti giorni, ma poi se lo fece passare.. magari andrà meglio di adesso con tua madre, oddio forse se tu la conosci così bene e sai che non cambierà mai idea forse non hai torto, però io ti consiglio di farle sentire che ti sta perdendo, solo così può superare la sua avversione..

  • safficamentelibera

    Ho letto da poco il termine “omosentimentale”.
    Non capisco come facciano a non capire. Eppure è così semplice.
    Io non sono semplicemente omosessuale, sono omosentimentale.
    Ma loro seguono soltanto pregiudizi.
    Comunque, imparerà a capire.
    Dei miei coming out, fortunatamente, non mi posso lamentare più di tanto.
    Se ti va di leggere, ho riportato qualcosa sul mio blog 🙂

  • rosaria

    gina,mi dispiace tanto che tua mamma la pensi cosi…però ci sono ragazzi gay e ragazze lesbiche che ci nascono anche…però non è una malattia…guarda non so che dirti,una mamma la può prendere, brutta al primo momento cheil figlio gli ha raccontato che gay però deve mettersi anche nei panni del figlio e accettarlo cosi com’è,non tirarli le bestemmie augurarli la morte più peggiore…vivi e lascia vivere…=) tvtb

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: